27 febbraio 2021

I MIGLIORI PRODOTTI PER DOLORE CERVICALE

Cervicale infiammata: sintomi e cause

Le cause dei dolori cervicali sono molteplici, ma possiamo dire che oggi il motivo più comune è il problema della sedentarietà, ormai ampiamente diffuso anche tra i giovani.

Ma quali sono, nello specifico, i fattori che più di tutti portano a innescare la sintomatologia dei problemi legati alla zona cervicale? Vediamoli in questo elenco:

  1. Postura scorretta;
  2. Mancanza di attività fisica;
  3. Malocclusione dentale o assenza di denti, in particolare i molari atti alla masticazione;
  4. Vecchi traumi derivanti da incidenti e/o cadute;
  5. Allenamenti in sovraccarico e movimenti sbagliati;
  6. Stress Psicofisico;
  7. Colpi di freddo;
  8. Cattivo riposo notturno,
  9. Spondilosi (l’osteoartrite delle vertebre cervicali).

Come vedi le cause sono davvero molteplici, ed è frequente che a produrre l’infiammazione sia una combinazione di fattori che portano a una contrattura dei muscoli del collo.

Per esempio, se per lavoro devi guidare a lungo, è molto probabile che tu tenga una postura scorretta al volante, sei stressato per via del traffico oppure fai movimenti bruschi durante la retromarcia o con frenate improvvise.

Anche i sintomi della cervicale infiammata possono essere vari e colpire a seconda dei fasci muscolari. Tra i più frequenti puoi riconoscere:

  • Torcicollo;
  • Dolore agli arti;
  • Limitazione dei movimenti delle spalle;
  • Sensazione di “muscolo corto” all’altezza della clavicola;
  • Pesantezza della testa;
  • Scricchiolii articolari;
  • Disorientamento e vertigini;
  • Mal di testa, che può portare a nausea e disturbi della vista.

Se soffri di questo problema in maniera sporadica, dovresti cercare di intervenire subito attuando una serie di azioni volte a rimediare la tua condizione prima che questa si cronicizzi.

Se, invece, sei già abituato a sentire le cervicali che si presentano più volte al giorno, devi comunque cercare dei rimedi che ti permettano di sfiammare la zona e iniziare il prima possibile una terapia medica.

Cervicale, come dormire e 5 consigli per prevenire il dolore

Uno dei casi più comuni di infiammazione è il torcicollo da risveglio. Se durante la notte hai dormito in una posizione non abituale per te e ti sei scoperto con la finestra aperta, quasi sicuramente ti sveglierai bloccato e dolorante.

È anche vero che dolore cervicale e dolore alla spalla, come anche dolori cervicali e mal di testa, sono due binomi purtroppo molto noti tra chi fa un lavoro d’ufficio in cui la posizione seduta è mantenuta per molte ore consecutive, con pochissime possibilità di movimento nell’arco della giornata.

Se ti riconosci in entrambe le condizioni, questi 5 consigli ti aiuteranno ad agire sull’insorgere del dolore.

  1. Avere un buon cuscino e un materasso di qualità: Quando dormi è importantissimo che la tua testa e il tuo collo siano allineati con il resto del corpo. Per questo ti consigliamo prima di tutto di scegliere un buon cuscino che assecondi la tua posizione naturale e di cambiare il materasso se ormai è troppo deformato;
  2. Mangiare bene: l’alimentazione è sempre un fattore che condiziona l’equilibrio corporeo. Seguire una dieta variata ricca di ortaggi, frutta e cereali integrali ti permette di alleviare lo stress durante la giornata e conciliare il sonno. Ricorda di bere molta acqua;
  3. Fare esercizio fisico: svolgere attività fisica almeno un paio di volte alla settimana o cercare di uscire per una passeggiata ogni giorno sono sufficienti. Anche Yoga e Pilates sono molto efficaci perché rafforzano la muscolatura focalizzandosi sul core stability.
  4. Crearti pause durante il lavoro: Ritagliarsi del tempo per fare pausa e muoversi durante il lavoro è fondamentale. Se lavori vicino a casa potresti recarti in sede con la bici o a piedi. Durante la pausa pranzo lascia la tua postazione per fare una passeggiata. Ad ogni modo, rispetta le pause previste e alzati per circa 15 minuti anche solo per camminare dentro l’ufficio;
  5. Essere rilassato e libero dai pensieri: lo stress è tra le principali cause di irrigidimento muscolare e articolare in tutto il corpo, perciò prova a praticare alcune tecniche di respirazione durante il giorno e prima di coricarti.

Se stai vivendo un periodo molto stressante potresti sentirti incapace di abbandonare i pensieri ricorrenti. I sintomi della cervicale e l’ansia potrebbero essere connessi. Se necessiti di un ulteriore aiuto, puoi provare con alcuni dei rimedi naturali per il sonno e soprattutto quelli mirati per il dolore cervicale.

Dolori cervicali: con quali rimedi naturali si possono contrastare?

Per contrastare gli effetti della cervicalgia si può ricorrere ad alcuni rimedi di origine naturale. Tra le soluzioni naturali più efficaci ci sono:

  • Olii essenziali e unguenti a base di rosmarino, menta o lavanda con cui praticare un massaggio mirato;
  • Sale grosso riscaldato e leggermente inumidito, appoggiato sulla zona che fa male, che agisce come l’acqua marina assorbendo i liquidi;
  • Noccioli di ciliegia caldi, chiusi dentro a un cuscino da tenere appoggiato sul collo mentre si guarda la tv;
  • Pomate e compresse a base di arnica montana.

Se questi rimedi non sono sufficienti e ti serve qualcosa di più deciso, consulta il tuo medico che ti saprà prescrivere la terapia farmacologica più adatta a contrastare un problema ormai cronico.

Dolore cervicale: i farmaci migliori da acquistare in farmacia

Per quanto riguarda i prodotti farmacologici, in farmacia si trovano vari tipi di medicinali utili a contrastare il dolore alla cervicale. Si tratta soprattutto di prodotti ad azione analgesica, antidolorifica ed antinfiammatoria, disponibili sotto forma di:

Tra i più efficaci ad azione analgesica e anti dolorifica troviamo le compresse o le bustine granulari da sciogliere direttamente sotto alla lingua senza l’ausilio di acqua. In questo modo entrano direttamente in circolo e sono indicati per i momenti di dolore intenso e blocco della mobilità. Anche le pomate antiinfiammatorie a base di un mix di prodotti naturali, oli essenziali e principi attivi sono validi aiuti se stesi sulla cute prima di dormire. I cerotti a base di ingredienti naturali e termoriscaldanti, invece, rilasciano un’azione benefica per diverse ore e si possono tenere anche sotto ai vestiti.


Ultimi articoli

11 marzo 2021

Combattere i sintomi dell'allergia primaverile

ALLERGIA AI POLLINI: SINTOMI PIÙ COMUNI
  • rinorrea acquosa e congestione nasale, tipici della rinite allergica;
  • [prurito al palato, al naso e agli...
11 marzo 2021

SISTEMA IMMUNITARIO: COME FUNZIONA E COME DARGLI UNA MANO

Quest’anno è particolare, si sa, affrontiamo la stagione fredda con qualche comprensibile timore, ma con un vantaggio: possiamo non farci cogliere impreparati; cerchiamo quindi di reagire con ottimismo...

11 marzo 2021

PREVENIRE E COMBATTERE CELLULITE E RITENZIONE IDRICA

La cellulite è un inestetismo della pelle che colpisce soprattutto le donne. Può comparire anche in giovane età e dipende non necessariamente dal peso, ma anche da problemi ormonali, cattiva alimentazione,...